Lo Sportello

 

 

 

 

SPORTELLO LEGALE DI REGINA COELI (LAW CLINIC)

 

Lo sportello di informazione legale è attivo a partire dal secondo semestre dell’a.a. 2014/2015 presso l’Istituto penitenziario di Regina Coeli.

A tale fine il Dipartimento, in collaborazione con l’Associazione Antigone ha stipulato apposito accordo con la Direzione di Regina Coeli.

Lo sportello legale ha sia un front office che un back office. Il front office prevede la presenza attiva in carcere degli operatori almeno un giorno a settimana.

I detenuti, appositamente informati, faranno “domandina” per poter fruire del servizio di consulenza. Ogni studente, nel lavoro di front office, sarà sempre affiancato da un senior, più esperto in questioni penitenziarie.

Il front office è a regina Coeli. Il back office in Dipartimento. L’attività di legal aid consiste in consulenza a titolo gratuito su: questioni attinenti alle condizioni di vita penitenziarie; questioni inerenti ai diritti delle persone private della libertà.

Tutti i temi sollevati durante il lavoro di front office, se non avranno risposta immediata, saranno discussi collettivamente nel back office. La consulenza offerta può consistere in semplici suggerimenti verbali fino alla presentazione di reclami alla magistratura di sorveglianza o di ricorsi alla giurisdizione internazionale.

Nella logica dell’“imparare facendo”, la clinica legale si propone di ampliare il bagaglio culturale dei nostri studenti, integrando “sul campo” le conoscenze già acquisite con gli insegnamenti di base e attraverso la positiva frequenza dell’attività formativa “Diritti dei detenuti e Costituzione”.

Gli studenti che parteciperanno alla Clinica legale sono stati selezionati tra coloro che hanno frequentato la predetta attività formativa, nel limite di 30 unità.

 

Articolazione dell’attività

 

La law clinic si struttura in tre percorsi didattici tra loro intrecciati:

 

1.Didattica frontale

La didattica frontale consiste in 5 lezioni introduttive alla realtà del sistema penitenziario e agli strumenti di azionabilità dei diritti in ambito penitenziario con uno sguardo prioritario all’organizzazione amministrativa e giudiziaria da un lato e alle tecniche di tutela dei diritti delle persone private della libertà dall’altro. Temi di lezione saranno:

-l’organizzazione penitenziaria,

-le professioni penitenziarie,

-i reclami e i ricorsi previsti dal diritto interno in ambito penitenziario,

-gli strumenti di tutela previsti dal diritto internazionale,

-comunicazione e media.

 

2.Sportello di legal aid

Lo “sportello di legal aid” costituisce la parte di lezione/apprendimento sul campo.

Gli studenti, guidati dai docenti e dai tutor coinvolti nel progetto, si recheranno presso la Casa circondariale di Regina Coeli a Roma dove incontreranno i detenuti che ne abbiano fatto richiesta per sottoporre loro doglianze e richieste di informazioni sulle possibilità di tutela dei diritti. Il gruppo composto da docenti, tutor e studenti risponderà immediatamente alle più semplici richieste di informazioni. Si impegnerà a studiare i casi più complessi e a riferirne all’interessato entro quindici giorni.

 

3.Discussione dei casi

Nella parte conclusiva del corso ciascuno studente sarà chiamato a rappresentare in aula un caso esaminato nel corso dell’attività di sportello e a proporne la soluzione giuridica.

La discussione avverrà sotto la supervisione di un docente o di un tutor.

ORARI DELLO SPORTELLO DI LEGAL AID

Lo sportello è attivo ogni mercoledì dalle 13:00 alle 17:00 presso la casa circondariale Regina Coeli.

 

 Stampa  Email